Oggi S. Francesco, un regalo per la città di Tolentino !

“NACQUE AL MONDO UN SOLE”

San Francesco d’Assisi in Dante Alighieri

È allestita da oggi 4 ottobre, festa di San Francesco, in Piazza Nicolò Mauruzi di Tolentino, la Mostra “nacque al mondo un sole”, realizzata dal Circolo Culturale “Tullio Colsalvatico”, con il contributo della ditta Alma di Tolentino che si è fatta carico della stampa su pannelli rigidi adatti all’esterno. 


La mostra presenta la figura del Santo patrono d’Italia attraverso il Canto XI del Paradiso della Divina Commedia di Dante Alighieri, letto da Franco Nembrini (che ha portato Dante in televisione con le 34 puntate della trasmissione “nel mezzo del Cammin” su TV2000) con immagini riprese principalmente dal ciclo di affreschi di Giotto della basilica di Assisi. 


Attraverso l’arte, un percorso di conoscenza che rende attuale ed interessante per la vita di oggi l’esperienza umana del Santo forse più noto della cristianità. 

 La Mostra è allestita sulla piazza utilizzando le transenne che delimitano lo spazio di sicurezza davanti la chiesa, rendendo sicuramente migliore la vista della facciata parzialmente imbracata, ma anche come auspicio di ripresa della vita sociale della città

Annunci

 “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo” arriva il Meeting di Rimini 20/26 agosto 2017 !

Questo il tema del Meeting di Rimini che si svolgerà la prossima settimana… ma di quale eredità parliamo ? 

Come dice Emilia Guarnieri, da anni alla guida della manifestazione, “non sarà un Meeting sull’eredità, sul lascito di un passato, ma sul riguadagnare qualcosa che abbiamo già. Il “quello”. Già c’è. Il problema e’ che non ne siamo più consapevoli. E vale per tutti. Come se non ci fosse quasi più nessuno che ha in mano qualcosa che dia senso alla vita”


Il primo passo allora e’ conoscere e capire cosa ci accade intorno … verranno trattati temi come post-verità, diritti, crollo dei valori, i conflitti, le migrazioni, il terrorismo, e ancora … la crisi, economia e occupazione, i giovani .. cosa ci accade in questo che e’ definito un “cambiamento d’epoca” ?

Le parole di Emilia Guarnieri

Noi ci saremo come ogni anno, perché anche noi siamo curiosi di capire cosa significa “riguadagnare un’eredità” oggi come oggi..

Siamo certi che “La realtà quando si incontra e qualunque sia, puo’ diventare un di più per se’. Può rimettere in moto e costruire. Come succede al Meeting”

Vi aspettiamo !!!  Comunicandovi la possibilità di andare con pulman organizzato dai nostri amici di Civitanova Marche per il giorno di martedì 22 agosto .

https://www.meetingrimini.org/core/programmapdf.asp?id_lingua=1&anno=2017


La bellissima mostra sul lavoro spiegata da Giorgio Vittadini:

 “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo” XXXVIII edizione | 20-26 Agosto 2017 | Rimini Fiera|

Presentazione del Meeting di Rimini a Civitanova Marche il 1 agosto 2017 Lido Cluana 

“Quello che tu hai ereditato dai tuoi padri riguadagnatelo per possederlo”

Questo il titolo del meeting 2017 che si terrà ad Agosto a Rimini. Titolo che centra molto anche la condizione di noi tutti e delle nostre genti così segnate dall’evento terremoto. Noi vogliamo, attraverso le immagini del fotografo Colotti, il dialogo con alcuni giovani imprenditori, la proposta di tipicità dei nostri territori, scoprire per poi riguadagnare la ricchezza delle nostre radici e soprattutto del cuore della nostra gente. E poi… tutti a Rimini ad Agosto per vivere un’esperienza in cui si incontrano uomini e storie che hannoal centro il desiderio di costruire assieme.


Vi aspettiamo ! 

Quando i compiti non vanno in vacanza !! 

Ebbene sì ! Noi ci siamo lo stesso, cambia l’orario , cambia il luogo ( per ora ) ma non cambia il nostro modo di stare insieme nell’aiuto allo studio. 

Vi aspettiamo quindi con un calendario estivo per lo svolgimento  dei compiti delle vacanze, presso i MODULI in VIA COLOMBO a TOLENTINO.  

“Quando c’è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri”

Stiamo insieme !

Si può parlare di umorismo dopo il terremoto? Torna il PREMIO COLSALVATICO

La presenza al TOC Festival del Circolo Colsalvatico con la mostra “L’importante è che la morte ci trovi vivi” sul grande umorista Marcello Marchesi è stata anche l’occasione per ripensare il Premio Colsalvatico, giunto ormai alla ottava edizione, con il tema ormai consolidato: “L’umorismo, un modo di guardare la realtà”.  Saltata la solita cadenza biennale negli anni pari per il terremoto del 24 agosto e, successivamente, del 26 e 30 ottobre, occorreva certamente rivedere le ragioni di una proposta del genere in una realtà completamente nuova e drammatica.

L’umorismo, per noi.

Mai abbiamo creduto all’umorismo come una forma di evasione dalla realtà, una parentesi nella vita, per fare un po’ di aria nei polmoni, prima di rituffarsi a vivere in apnea, senza respirare. Non ci interessava allora, quando abbiamo pensato al premio con in mente i grandi umoristi, da Chesterton a Lewis, a Marchesi, a Guareschi – per dirne solo alcuni – fino allo stesso nostro Colsalvatico, con il sorriso che trasmette in molta parte della sua narrativa.

Come pure abbiamo sempre sottolineato che per noi l’umorismo non è derisione, quanto l’osservazione dei propri ed altrui limiti ed errori, che comunque non sono l’ultima parola sulla vita, in cui si affaccia la carezza di una misericordia.

Si può parlare di umorismo dopo il terremoto? Continua a leggere

POLITEAMA PICENO, JOERGHENSEN, COLSALVATICO…

Riaperto il Politeama Piceno di Tolentino. Grande festa e grande successo. Come è giusto.

Insieme alla brochure che presenta la rinnovata struttura, in allegato, la riproduzione (concessa dal collezionista dr. Arnaldo Marcelletti) del libretto del film  muto con cui il Politeama fu inaugurato il 30 novembre 1927. Si trattava di “Frate Francesco”, (https://www.youtube.com/watch?v=vFr9xj7—g) riduzione della biografia del Santo scritta dal danese Giovanni (Johannes) Joergensen (1866-1955) (http://www.santiebeati.it/dettaglio/96283), nel 1907 e riedita  con aggiornamenti nel 1921. Regista il Conte Giulio Antamoro, lo stesso del famoso “Christus” del 1916 (capolavoro della storia del cinema). La biografia di San Francesco di Joergensen  viene ancora oggi considerata tra le migliori mai scritte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chissà se Tullio Colsalvatico, allora 26enne, scoprì di Joergensen proprio in quella occasione, attratto dalla figura di San Francesco, che fu costante punto di riferimento per tutta la sua vita?  Continua a leggere

“LA PASSIONE DI GESÙ, UN DRAMMA DI AMORE” 

Domenica 26 marzo 2017 ore 18.30

Auditorium Biblioteca Filelfica Tolentino

In preparazione della Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo della Bura di Tolentino, che avverrà Sabato 8 aprile alle 21, 

il CIRCOLO COLSALVATICO in collaborazione con l’Associazione Don Primo Minnoni, organizza un incontro pubblico .

Padre Giuseppe Scalella, Agostiniano, ci introdurrà al tema : La rappresentazione della Passione di Cristo: espressione di fede, nella storia e nell’arte. 

A seguire il racconto della rappresentazione della Bura: esperienza di un’intera comunità,  video e testimonianze.

Vi aspettiamo numerosi, ingresso libero.


Dalla pagina dedicata alla Passione di Cristo :

L’Associazione “Don Primo Minnoni” di Tolentino propone anche per l’anno 2017 la “Rappresentazione della Passione di Cristo alla Bura”. La tradizionale rievocazione popolare, messa in scena dall’Associazione dal 1967, con interruzioni e riprese, registra da sempre un notevole afflusso di pubblico nello scenario naturale e particolarmente suggestivo della contrada Bura di Tolentino. 

In questi ultimi anni la manifestazione è cresciuta in termini di complessità organizzativa e di riscontro di pubblico e si è consolidata come una delle più importanti del territorio. 

Il tema della Passione di Cristo viene presentato con accurata drammatizzazione utilizzando tecniche di rappresentazione scenica di alto livello, conservando originalità e modalità comunque vicine alla sensibilità comune e raccogliendo un ampio consenso di pubblico non solo da Tolentino ma da tutto il territorio, con una indubbia ricaduta in termini di valorizzazione dei luoghi e sviluppo dell’interesse culturale e turistico.

http://www.lapassionedicristo.it/

La Giornata della Memoria nel ricordo di Fiorella ed Angelica Calò e di Pizzetto.

L’occasione della giornata della Memoria di quest’anno ci porta inevitabilmente al 27 gennaio del 2007. Dieci anni fa. Ed all’incontro con Fiorella Calò, conosciuta solo da qualche mese, telefonicamente da Israele, quando era alla ricerca di notizie di Tullio Colsalvatico, quel signore, Pizzetto, che nell’ottobre del 1943 si era prodigato per nascondere quel gruppo di  42 ebrei, con 12 bambini, che da Roma si erano rifugiati a Fiastra. Documenti falsi e nascondigli evitarono loro il rastrellamento disposto dai tedeschi. Ci incontrammo con lei, suo marito Angelo, la figlia Angelica e i suoi ragazzi che presentarono a Tolentino lo spettacolo “Anne in the sky”. La tristezza nel ricordare la barbarie umana dell’olocausto sfociò anche per noi nella speranza, anzi nella certezza, che il male non ha l’ultima parola . Da un lato conoscere direttamente la vicenda di chi non era restato nell’indifferenza e non era vinto dalla paura, ma si era mosso per aiutare chi era nel bisogno. Come Colsalvatico e i tanti altri, da Perlasca fino a Bartali, fino a molti altri che sono restati sconosciuti. Dall’altro chi, come Angelica, non si rassegna oggi all’odio ma supera le divisioni mettendo insieme ragazzi ebrei, cristiani, musulmani, palestinesi, su un palco gridando nel silenzio che è possibile una nuova amicizia.

Una testimonianza che è di aiuto anche oggi, nelle tristi vicende del terremoto che colpiscono molti tra di noi.

Abbiamo raccontato questa vicenda nel libro “Pizzetto”,

libro-pizzetto-con-copertina1

di cui restano solo alcune copie.

Per questo ci piace renderlo disponibile a quanti lo desiderano, come file scaricabile in pdf. libro-pizzetto-con-copertina.

Desideriamo cantare da voi ! Venerdì 30 dicembre ore 21.00 Chiesa Santa Famiglia di Tolentino

Nato dal desiderio di fare un gesto di solidarietà e Bellezza presso le nostre zone terremotate, Paolo e i suoi amici hanno semplicemente detto :

DESIDERIAMO CANTARE DA VOI!

E noi accogliamo la loro richiesta desiderosi noi stessi di incontrarli!

VENERDÌ 30 DICEMBRE 2016 ore 21.00 presso la Chiesa Santa Famiglia di Tolentino in Viale Trento e Trieste n. 15


mentre prima alle 16.30 il coro cantera’ per gli sfollati presso l’Eremo Santuario Beato Rizzerio in Loc. Coda di Muccia

Iniziativa a sostegno AVSI.

Gli ZERONOVE di Milano : 

Un piccolo gruppo di amici che nel 2009 ha cominciato a cantare “a cappella” (senza l’ausilio di strumenti musicali). Esegue armonizzazioni di diversi generi: da brani popolari/tradizionali, ad alcune canzoni di musica leggera.” L’amicizia e la bellezza del canto assieme conducono questa esperienza e, come conseguenza, si diventa più amici e si cerca di cantare in modo sempre più bello.”

Il 30 dicembre il gruppo vocale Zeronove proporrà canti tradizionali natalizi, come occasione gioiosa per guardare ancora una volta all’avvenimento della nascita di Gesù.

Vi aspettiamo numerosi !